Cosa vedere a Shanghai

La “Parigi d’oriente”, è così che viene chiamata Shanghai, la metropoli più alla moda di tutta la Cina e la seconda più grande dopo Chongqing. Con una popolazione di 29 milioni di abitanti, Shanghai è senza ombra di dubbio la capitale economica e culturale della Cina e un centro economico, finanziario e commerciale di primaria importanza per il paese. La sua posizione sul delta del Fiume Azzurro e al centro del paese (è equidistante da Pechino e Hong Kong), le ha portato grande prosperità e il suo porto è uno dei più trafficati al mondo insieme a Singapore e Rotterdam. Grazie a questo, dai primi anni del ‘900 tantissimi cittadini provenienti da tutti i continenti iniziarono ad emigrare a Shanghai per vivere e lavorare e questo trend, di fatto, non si è mai arrestato. Insieme ad Hong Kong, infatti, è la città con il più alto numero di ex-pat occidentali (inclusi tantissimi italiani).

Questo mix di culture si riconosce anche nell’architettura della città, con dei palazzi/quartieri che ricordano quelli europei (ad esempio nel Bund e nella ex-Concessione Francese) che convivono in perfetto equilibrio con le architetture super-moderne e futuristiche di Pudong, dove si trovano alcuni dei grattacieli più alti del mondo.

Considerando che è la seconda città più popolosa del pianeta, Shanghai è una città molto ordinata, pulita e poco caotica rispetto ad altre metropoli cinesi, ma allo stesso tempo ha una vivacissima vita notturna e artistica, con locali, ristoranti, bar e musei che non hanno nulla da invidiare a quelli di Londra o di New York. Ma quali sono le cose da non perdere a Shanghai?

Cosa vedere a Shanghai: 5 luoghi da non perdere

 

1.Bund

La visita di Shanghai non può che iniziare dal Bund, il lungofiume di Shanghai dove si trovano i prestigiosi palazzi liberty che ricordano il passato coloniale della città. Da non perdere l’edificio dell’ex Banca di Hong Kong e Shanghai, la vecchia dogana in stile neoclassico, l’ex banca russo asiatica (ora China Merchant’s Bank), e il bellissimo Peace Hotel, considerato uno dei più belli dell’Asia. Da qui inoltre avrete la vista migliore sui grattacieli futuristici di Pudong, che si trova sull’altro lato del fiume.

 

2. Pudong

Il fiume Huangpu divide la Shanghai del passato da quella del futuro, che si esprime ai massimi livelli a Pudong, dove ci sono alcuni tra i grattacieli più alti del mondo come la

Shanghai Tower, il grattacielo più alto della Cina e il secondo al mondo, e l’Oriental Pearl Tower, il più iconico di Pudong. Quest’ultimo è composto da una torre e 5 sfere collegate da tre pilastri al cui interno si trova lo “Space Capsule“, un osservatorio con un vertiginoso pavimento trasparente, ed un ristorante girevole. Se amate il brivido, dal 2016 si può guardare la città da una passerella di vetro sulla cima della Jin Mao Tower senza corrimano o barriere di sicurezza a circa 340 metri di altezza!

 

3. I quartieri di Xintiandi e di Tianzifang

Per rivivere il fascino della vecchia Shanghai dovrete invece andare nella ex-Concessione Francese, a Xintiandi e Tianzifang, oggi diventate tra le zone più chic, modaiole e giovanile della città. La ex-Concessione Francese è caratterizzata da bassi edifici coloniali e case tradizionali, le cosiddette abitazioni shikumen. Queste case sono costituite da edifici in mattoni di 2/3 piani e ogni abitazione è collegata alle altre e disposta in stretti vicoli, chiamati longtang. Oggi sono state ristrutturate e ospitano boutique, negozi di antiquariato, caffetterie e locali trendy.

4.Giardino del Mandarino Yu (giardini Yu Yuan)

Il viaggio nell’antica Shanghai continua con la visita al Giardino Yu Yuan, o “Giardino del Mandarino Yu nella città di cristo”, che si trova nel cuore della Città Vecchia. Questo è un mirabile esempio di giardino di epoca Ming ed è l’unico rimasto a Shanghai. Fondati dalla dinastia Ming nel 1559, in questi onirici giardini convivono equilibratamente piante, animali e minerali, in mezzo a padiglioni, colline, laghetti e ponti. Il giardino è suddiviso in 6 aree da muraglioni secondo lo stile di Suzhou e al suo interno sono state girate diverse scene del film “Memorie di una Geisha”.

5. Shanghai Museum

Tra le cose assolutamente da non perdere a Shanghai c’è sicuramente lo Shanghai Museum, considerato tra i musei più importanti della Cina, che vi permetterà di comprendere di più la cultura cinese e la sua storia. Situato in un palazzo dalla forma decisamente bizzarra al centro della grande People’s Square, il museo contiene una vasta collezione di reperti (oltre 120mila pezzi) divisi per sezioni: la calligrafia, le monete, le ceramiche, il mobilio, i bronzi, ecc. I pannelli esplicativi sono anche in inglese e sono particolarmente chiari.

Come richiedere il visto per la Cina per turismo, studio o lavoro

Per entrare in Cina, che sia per turismo, per studio o per lavoro avrete bisogno di un visto che va richiesto con un certo anticipo, presentando diversi documenti al Consolato Cinese. Potete saperne di più e richiedere maggiori informazioni attraverso il form sul nostro sito.

Tags:
Nessun Commento

Lascia un Commento

Apri Chat
Contattaci Ora