Visto per il Canada: cosa serve sapere per lavorare nel Paese della foglia d’acero

Alta qualità della vita e opportunità lavorative interessanti fanno del Canada una meta ambitissima dagli expat.

Vorresti trasferirti in Canada o sei alla ricerca della destinazione ideale per un’esperienza di lavoro all’estero? In quest’articolo parleremo del Canada e scopriremo quali sono i motivi che lo rendono una delle mete più ambite da parte dei migranti di tutto il mondo. Vedremo inoltre come è possibile ottenere il visto di lavoro e la residenza permanente per trasferirsi stabilmente.

 

 

Il Canada è uno Stato gigantesco –  secondo per dimensioni soltanto alla Russia – e si estende dalla costa atlantica a quella pacifica del continente nordamericano. L’estensione territoriale favorisce una grande varietà di climi e di paesaggi. La grande attrattiva del Canada non sta però nelle bellezze naturali – o almeno non soltanto – ma in una particolare combinazioni di fattori storici e socio-economici che lo rendono uno dei Paesi con la migliore qualità della vita in assoluto sul pianeta.

Perché trasferirsi in Canada?

La presenza di abbondanti risorse naturali, l’economia in crescita grazie anche alle favorevoli politiche fiscali, la popolazione ridotta (solo 37 milioni di abitanti in un Paese che è almeno 33 volte più grande dell’Italia che invece di abitanti ne conta oltre 60 milioni) hanno creato ottime condizioni per lo sviluppo dell’economia, un’alta qualità della vita, una società equa, multiculturale e con bassissimi livelli di corruzione. I cittadini godono di ottimi servizi: sanità, istruzione, trasporti sono tra i migliori al mondo. Completano il quadro una politica accogliente in materia di immigrazione e le città canadesi sono sempre ai primi posti tra le città più salubri e vivibili del mondo.

Non stupisce allora che moltissime persone scelgano di andare a lavorare e a vivere in Canada, a maggior ragione che in alcune regioni è lo stesso governo ad incentivare i cittadini stranieri a trasferirsi in Canada, arrivando in certi casi addirittura a finanziare gli spostamenti. Le leggi in materia di immigrazione, per quanto incoraggianti, prevedono comunque una procedura di inserimento nel Paese per i newcomers che segue degli step precisi. Il primo passo è l’ottenimento di un visto lavorativo. Dopodiché si potrà fare richiesta per una Permanent Resident Card e, dopo aver vissuto nel Paese per almeno 3 anni e aver sostenuto un esame sulla conoscenza del Paese e della lingua, si potrà finalmente ottenere la cittadinanza canadese.

 

 

Lavorare in Canada come temporary worker

Se si ha già un contratto di lavoro – o una promessa di assunzione sottoscritta da un datore di lavoro canadese – si potrà richiedere un visto di lavoro temporaneo nell’ambito del Temporary Foreign Worker Program (TFW). Il datore di lavoro dovrà però sottoporre un documento chiamato Labour Market Impact Assessment con il quale viene confermata l’effettiva necessità di quella particolare azienda di assumere un lavoratore straniero. In pratica, anche qui come in USA, il governo decide di concedere il visto alle persone che con il loro lavoro portano beneficio all’economia.

Come ottenere il visto come skilled worker?

È possibile ottenere il visto di lavoro per il Canada anche senza avere ancora un impiego attraverso il programma Express Entry Canada. Nell’inoltrare la domanda di visto online oppure presso l’Ambasciata Canadese di Roma si verrà sottoposti ad un’attenta valutazione che terrà in considerazione criteri quali l’età, la posizione d’interesse, il livello di istruzione, le esperienze pregresse, le capacità linguistiche e la capacità di adattabilità. Per ognuno di questi parametri verrà attribuito un valore numerico. Il punteggio minimo per ottenere il visto è 67/100.

Come avviare una start-up in Canada

Il sistema economico canadese punta moltissimo sull’innovazione tecnologica e anche le politiche migratorie favoriscono chi vuole stabilirsi in Canada e avviare un’attività, generando ricchezza e occupazione per il Paese. Lo Start-up Visa Program dà accesso ad un particolare tipo di visto di lavoro dietro il soddisfacimento di alcune condizioni, tra cui il supporto da parte di un’organizzazione locale. Maggiori informazioni su questo programma si possono trovare sul sito del governo canadese.

 

 

Programma studio-lavoro per gli under 35

Esiste anche un altro modo per trasferirsi in Canada con un visto che permette di soggiornare nel Paese fino a 12 mesi – di cui 6 mesi possono essere trascorsi a lavorare. Si tratta del Working Holiday Program (WHP) o International Experience Canada ed è un programma che consente ai giovani fino a 35 anni di vivere e lavorare in Canada senza essere sottoposti ad altre particolari valutazioni. Il visto costa 150 dollari ma viene concesso in numero limitato ogni anno per cui bisogna affrettarsi e richiederlo subito dopo la pubblicazione del bando. Tutte le informazioni sono sul sito ufficiale del governo canadese. Questa è un’opportunità molto interessante per i giovani che vogliono fare un’esperienza di lavoro all’estero e possono utilizzare questo tipo di visto per decidere se effettivamente il Canada fa al caso loro.

Settori con le migliori opportunità di lavoro

Abbiamo visto che ci sono diversi modi di entrare in Canada e ottenere un permesso di lavorativo temporaneo. I visti vengono concessi abbastanza facilmente purché il lavoratore dimostri di poter apportare un reale beneficio all’economia canadese. Per la concessione dei visti vengono allora privilegiati in primo luogo candidati di settori nei quali si registra una carenza di professionisti locali. I settori che al momento offrono opportunità lavorative interessanti sono davvero molti in Canada. Per citarne alcuni:

  • settori primari: estrazioni, pesca, agricoltura
  • sanitario: medici, infermieri, igienisti, terapisti dentali
  • trasporti: autisti di mezzi pesanti, corrieri e addetti al trasporto delle persone
  • comunicazione: addetti marketing e pr, commerciali specializzati
  • commercio e import-export: venditori e commessi retail
  • ristorazione e turismo: cuochi, camerieri

Sono inoltre molto ricercate figure nel settore informatico, biotecnologie, manifatturiero, agroalimentare, energetico e dei trasporti. I professionisti del settore energetico e delle estrazioni come ingegneri e tecnici specializzati sono anche tra le professioni meglio pagate in Canada soprattutto nella regione dell’Alberta.

Quali sono le città migliori in cui trasferirsi?

Benché gli standard di vita siano mediamente alti in tutto il Paese, ci sono ovviamente delle differenze tra regione e regione. Il costo della vita, le opportunità lavorative e gli stipendi medi sono i fattori a cui si guarda per primi ovviamente. Vanno anche considerati altri aspetti come le condizioni di accesso a scuola e sanità, la vita sociale e culturale, la presenza di programmi e strumenti a supporto degli immigrati come corsi di lingua, centri per l’impiego, ecc. Tra le città canadesi con la migliore qualità della vita, ci sono la capitale Ottawa, Toronto – che è anche la città dove vive il maggior numero di migranti -, Montreal capitale della provincia francofona del Québec. Oltre alle città più famose e popolate, ci sono però anche tante realtà meno note, traboccanti di opportunità lavorative, soprattutto per gli operatori specializzati del settore energetico e minerario. Tra queste ci sono le città delle regioni a nord dell’Alberta, e del Saskatchewan che sono anche più abbordabili come costo della vita, d’altro canto soffrono un clima decisamente più impietoso rispetto alle grandi città più a sud.

 

 

Il Canada è una meta molto affascinante per la sua storia, posizione geografica e per lo stato di grazia di cui sembra godere dal punto di vista economico e sociale. Se sei alla ricerca di una meta con buone opportunità lavorative e politiche di accesso agli stranieri favorevoli, il Canada potrebbe fare al caso tuo. Se vuoi avere informazioni più dettagliate sui visti per il Canada e una consulenza personalizzata per scoprire quale tipo di visto si adatta meglio alle tue esperienze e conoscenze, puoi compilare il form di contatto oppure scriverci a info@visapassport.it.

Tags:
Nessun Commento

Lascia un Commento

Apri Chat
Contattaci Ora