Studiare in Inghilterra dopo la Brexit

 

Quale visto è necessario e come fare per ottenerlo.

 

 

Sono passati ormai 4 mesi dall’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea e le conseguenze della Brexit si iniziano a vedere tutte. Abbiamo già parlato delle novità post Brexit per quanto riguarda l’ottenimento del visto per il Regno Unito per gli studenti. In pratica i cittadini europei vengono considerati studenti internazionali e quindi equiparati a quelli di qualsiasi altro paese. Ad oggi sono  disponibili sul sito del Governo britannico più dettagli sulle procedure di ingresso per coloro che vogliono studiare nel Regno Unito. Sia che ci si voglia iscrivere ad una scuola, ad un’università o seguire un corso di lingua, è necessario essere in possesso del passaporto e di un visto. L’ottenimento del visto è subordinato all’iscrizione presso un istituto di formazione riconosciuto dal Governo. In pratica, bisogna dimostrare di aver già ottenuto un posto presso una scuola, un’università o un istituto riconosciuti ufficialmente come sponsor dal Governo britannico. A seconda dell’età del richiedente, del tipo d’istituto e della durata prevista della permanenza, esistono 5 diversi percorsi. Vediamoli uno a uno e scopriamo cosa serve adesso per richiedere un visto di studi nel Regno Unito.

 

Student visa

Possono richiedere lo Student Visa gli studenti maggiori di 16 anni ai quali è stato offerto un posto da parte di un istituto riconosciuto dal Governo. I richiedenti devono anche dimostrare di saper parlare, scrivere, leggere e capire l’inglese e di avere fondi sufficienti per mantenersi durante gli studi. La durata del visto dipende dal corso intrapreso: di norma fino a 2 anni per corsi di livello scolastico e fino a 5 anni per livello universitario. Il visto è comunque prolungabile se si continua a studiare in UK oltre il periodo previsto inizialmente. Il visto ha un costo di £348 ed è possibile iniziare a fare domanda 6 mesi prima dell’inizio del corso.

 

 

Child Student visa

Il Child Student visa è il visto di studio per i minorenni. Possono richiederlo gli studenti tra i 4 e i 17 anni. La condizione principale per l’ottenimento del visto bambini è l’accettazione da parte di una scuola privata inglese, oltre che ovviamente prova di fondi sufficienti per la retta scolastica e per mantenersi in UK. C’è anche bisogno del consenso scritto dei genitori/tutori visto che si tratta di un minore. Il visto copre la durata del percorso di studi –  fino a 6 anni per richiedenti sotto ai 16 anni e fino a 3 anni per studenti di 16 o 17 anni. Il visto costa £348 e si può inoltrare l’application 6 mesi prima dell’inizio del corso.

Standard Visitor visa

Questo è un tipo di visto standard che si applica a una varietà di situazioni – tra cui anche motivi di studio –che prevedono una permanenza non superiore ai 6 mesi. Con lo Standard Visitor visa è infatti possibile rimanere in UK per un periodo inferiore ai 6 mesi per fare visita a parenti e amici, per partecipare a meeting di lavoro, ricevere cure mediche o anche per seguire un breve corso di studi. Gli studenti devono comunque dimostrare di essere stati ammessi ad un istituto accreditato e avere la disponibilità economica sufficiente per mantenersi.  Il costo del visto standard per visitatori è di £95 per rimanere nel Regno Unito fino a 6 mesi ed è possibile fare richiesta online.

Short-term study visa

Le vacanze studio nel Regno Unito sono un must per chi vuole perfezionare il proprio inglese e fare un’esperienza all’estero al tempo stesso formativa e ricreativa. Il business delle vacanze studio è un’attività molto redditizia per il Regno Unito. Non c’è da sorprendersi che il Governo abbia creato un percorso preferenziale per gli studenti che vogliono iscriversi ad un corso di lingua inglese in Inghilterra, Scozia, Galles o Irlanda del Nord. Lo Short-term study visa è un tipo di visto apposito per gli studenti che si recano in UK per un corso di lingua inglese che vada dai 6 agli 11 mesi. Il costo è di £186 e bisogna compilare una domanda online con tutte le informazioni relative alla scuola e alla sistemazione per la durata del corso.

 

 

Temporary Worker

L’uscita dall’Unione Europea ha determinato anche l’abbandono del programma di scambio studentesco Erasmus da parte della Gran Bretagna. Per gli studenti che stanno già partecipando al programma non ci sono variazioni, ma per il futuro non sarà più possibile selezionare tra le proprie preferenze una meta anglosassone. Il Regno Unito ha lanciato un proprio programma di scambio internazionale chiamato Alan Tuning – in onore del matematico che riuscì a decifrare il codice usato dai tedeschi nella seconda guerra mondiale. Per i giovani invece che vogliono svolgere un tirocinio presso un’azienda, un’università o un ente governativo (l’esperienza che prima rientrava nel programma Erasmus +) possono richiedere un visto di Temporary Worker – Government Authorised Exchange visa (T5). Per ottenerlo serve conferma di accettazione da parte dell’azienda o dell’ente che sponsorizza il candidato e il costo è di £55 per i cittadini italiani.

Come abbiamo visto, il Governo ha predisposto percorsi di accesso al visto differenziati a seconda degli scopi e della durata del viaggio di studio. Con la Brexit, studiare nel Regno Unito è diventato sicuramente più impegnativo dal punto di vista burocratico, vista la necessità di presentare l’application per il visto accompagnata da una precisa documentazione. Se hai intenzione di intraprendere un percorso di studio nel Regno Unito e vuoi maggiori informazioni sulle nuove procedure, puoi contattarci compilando il form oppure inviando una mail a info@visapassport.it.

 

Nessun Commento

Lascia un Commento

Apri Chat
Contattaci Ora